Marco Rigamonti

Periplo siciliano

with an essay by Gaetano Savatteri

Fotografia
2021, Embossed hardcover with tipped-in image
Bilingual: Italian / English
17x24 cm, 96 pages, 600 copies
Co-published with Éditions Filigranes
ISBN: 9788831363556

€ 32,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello

Sinossi

«La Sicilia è un luogo magico soprattutto per noi italiani del Nord, che viviamo nella nebbia e sogniamo il mare. La Sicilia è il luogo dell'arte, della gastronomia, della cultura, della natura incontaminata, ma è anche terra di contraddizioni, speculazioni e sopraffazioni. È il contrasto che mi ha sempre affascinato in Sicilia: passato-presente, bello-brutto, vero-falso, ma questo contrasto così evidente assume, per noi che veniamo da lontano, una connotazione positiva, affascinante, quasi che la luce, questa splendida luce che tutto avvolge, trasformi l’isola in un misterioso e bellissimo enigma». — Marco Rigamonti

«C’è una foto, una delle ultime di questo libro che mi pare riassuma il significato del lavoro di Rigamonti. È uno scorcio, abbastanza retorico e tradizionale, del teatro antico di Taormina. Le vecchie colonne e il muro di mattoni, sullo sfondo la costa e l’Etna: uno dei paesaggi più̀ belli e famosi al mondo. Nulla di nuovo. Se non che, appena l’occhio si abitua, scorge al centro della foto c’è un buco. Diventa in quel momento comprensibile che lo scorcio è solo la foto di una foto-cartolina di Taormina e quel buco al centro, per far passare un chiodo o un filo elettrico o chissaché, è in realtà l’occhio del fotografo che ci restituisce un paesaggio né fermo né immobile, ma sottoposto alla costante opera dell’uomo: a volte sfregio violento, a volte scabro abuso, ma comunque racconto del presente. Un buco nella foto per guardarvi attraverso e trovare la Sicilia di oggi: forse bella, forse brutta, ma comunque assoluta, viva e attuale». — Gaetano Savatteri

Allegati
  • Scarica la scheda PDF Scarica la scheda PDF Scarica la scheda PDF

Marco Rigamonti
(Piacenza, 1958) Si laurea in ingegneria nucleare nel 1983 e durante suoi studi universitari si appassiona alla fotografia. Nel 1995 inizia i suoi primi lavori come fotografo professionista. Durante la sua carriera si occupa di vari temi e tipologie di immagini. Il suo lavoro è stato esposto e premiato in diversi contesti nazionali ed internazionali. È stato per 5 edizioni direttore del festival internazionale di fotografia Fotosintesi. È direttore artistico della Gallery Spazio Bft.